Il giovane protagonista della proiezione in piazza Maggiore a Bologna spiega le sue ragioni su Facebook

·1 minuto per la lettura
film hard bologna
film hard bologna

Durante la rassegna “Sotto le stelle del cinema”, manifestazione per appassionati cinefili (e non solo) che si stava tenendo in piazza Maggiore a Bologna, un giovane di 24 anni ha proiettato un film hard. Il gesto gli è costato una denuncia e una multa per atti contrari alla pubblica decenza.


Il protagonista della vicenda si chiama Carlo ed ha 24 anni. Il giovane ha ammesso fin da subito le sue responsabilità. Su Facebook ha voluto scrivere un post per spiegare le ragioni che l’hanno portato a compiere un simile gesto. “L’Italia vuole goliardia” ha scritto “e sono sollevato, commosso, fiero di quante persone si siano mobilitate per salvarmi la pelle davanti a minacce da buoncostume che reputo fuori da questa linea temporale da almeno 60 anni”.

Carlo ha poi aggiunto come la proiezione del film hard sia stata una delle notizie più chiacchierate, sottolineando quanto bigotte e ipocrite siano tutt’ora delle “sovrastrutture che regnano nella nostra nazione che se da un lato vuole essere faro di progresso, dall’altro ha dei macigni culturali come zavorre”.

Film hard proiettato a Bologna

Sul web l’atto di Carlo è diventato subito virale tanto che il 24enne è diventato una sorta di “eroe”. In moltissimi, infatti, si sono offerti di aiutarlo a pagare la sanzione inflittagli dai Carabinieri, pari a 3.300 euro. L’importo raccolto ha però superato di molto la cifra da pagare: Carlo ha annunciato che i soldi ricevuti in più verranno devoluti in beneficienza.