Il giovane si è sentito male mentre era sott'acqua

·2 minuto per la lettura
Gabriele Ibba
Gabriele Ibba

Gabriele Ibba è morto a soli 21 anni a causa di un malore durante un’immersione in mare a Cagliari. Il ragazzo è stato trovato senza vita in mare, nella serata di lunedì 12 luglio 2021. Non è riuscito a risalire in tempo per respirare dopo il malore.

Morto durante un’immersione a Cagliari: Gabriele Ibba aveva 21 anni

Gabriele Ibba ha avuto un malore fatale, che gli ha impedito di risalire a galla durante l’immersione in mare a Cagliari. Il ragazzo è morto a soli 21 anni ed è stato trovato senza vita in mare nella serata di lunedì 12 luglio 2021. Il giovane, secondo la prima ricostruzione, sarebbe stato colto da una sincope mentre era in immersione nelel acque di Marina Piccola, senza bombole di ossigeno. Non è riuscito a risalire in tempo per respirare. I suoi amici, poco prima delle 21, hanno lanciato l’allarme. Si erano preoccupati proprio perché non lo avevano visto riemergere. Sono subito iniziate le ricerche e sono intervenuti due mezzi navali, l’elicottero della Guardia costiera e i vigili del fuoco, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Morto durante un’immersione: la passione di Gabriele Ibba

Gabriele Ibba aveva 21 anni ed era un appassionato di immersioni ed un sub esperto. Si era diretto al largo della costa di Cagliari insieme a cinque amici, con un gommone. La tragedia è avvenuta poco prima di tornare a riva, quando ha deciso di fare un’immersione in apnea. Il ragazzo era appassionato di pesca e lo aveva già fatto molte volte. Si è tuffato con la muta, le pinne e la cintura con i pesi, sapendo perfettamente cosa fare. La zona è molto conosciuta dagli appassionati di immersioni. Gli amici, dopo alcune decine di minuti in cui non lo hanno visto riemergere, hanno capito che qualcosa stava andando storto, per questo hanno lanciato l’allarme.

Morto durante un’immersione: i soccorsi

Dopo che gli amici hanno lanciato l’allarme, sono arrivati sul posto la guardia costiera con varie imbarcazioni e un elicottero, e i vigili del fuoco. Purtroppo le ricerche si sono concluse nel peggiore dei modi, con il ritrovamento del corpo del ragazzo. Il cadavere è stato avvistato e recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco a tarda serata. In seguito è stato trasferito all’obitorio, a disposizione del magistrato, che deciderà se disporre l’autopsia o consegnare la salma alla sua famiglia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli