Il giuramento al Califfato dell'attentatore di Vienna

·1 minuto per la lettura
Attentato a Vienna, il video del giuramento all'Isis
Attentato a Vienna, il video del giuramento all'Isis

C’è l’Isis dietro l’attentato del 2 novembre a Vienna in cui 4 persone hanno perso la vita e altre 22 sono rimaste ferite. Lo Stato islamico ha rivendicato l’attacco attraverso il proprio canale di propaganda Amaq, sostenendo che Abu Dujana al-Albani (nome di battaglia di Fejzulai Kujtim, ventenne austriaco di origini macedoni) ha agito in qualità di soldato del Califfato.

La stessa Amaq ha diffuso il video del giuramento del killer al califfo Abu Inrahim al Hashimi, lo stesso pronunciato da tutti i terroristi fedeli allo Stato islamico prima di un attentato. Il video (così come una foto che lo stesso al-Albani ha diffuso sui social prima dell’attacco) lo ritrae a volto scoperto, mentre stringe diverse armi tra le mani.

Attentato a Vienna, chi è il killer

A confermare l’identità dell’attentatore è stato il ministro dell’Interno austriaco Karl Nehammer. Al-Albani avrebbe cercato di unirsi al Califfato già nell’aprile 2019, quando ha tentato di attraversare il confine tra Turchia e Siria. Secondo il quotidiano Der Spiegel, proprio in Turchia avrebbe conosciuto tre jihadisti (due tedeschi e un belga): i quattro si sarebbero riuniti a Hatay. Fermato e condannato a 22 mesi di carcere, è stato liberato in anticipo lo scorso 5 dicembre.