Il governatore dichiara guerra alla violenza di strada e stanzia 138,7 milioni di dollari

·2 minuto per la lettura
Il governatore Andrew Cuomo
Il governatore Andrew Cuomo

Troppe sparatorie a New York che ormai paga pegno ad una violenza di strada insostenibile: per questo motivo il governatore dello stato Andrew Cuomo dichiara lo stato di emergenza e stanzia una cifra monstre per mettere rimedio all’escalation di violenza che stringe lo stato in una vera morsa. L’aumento degli omicidi, delle sparatorie e del possesso illegale di armi ha spinto il roccioso governatore newyorchese a prendere una decisione drastica, e di farlo dopo aver annunciato, neanche un mese e mezzo fa, il raggiungimento dell’immunità di gregge nello stato.

Sparatorie, Cuomo dichiara lo stato di emergenza dopo aver raggiunto l’immunità di gregge

I due fattori non sono disgiunti perché con quell’obiettivo sanitario raggiunto c’è più gente in giro e la violenza delle bande trova più obiettivi, anche a contare che nel periodo del lockdown molti pregiudicati avevano aggirato le regole per la detenzione di armi approfittando di una falla nel sistema burocratico federale. Come? Ordinando armi e confidando nel gap fra le verifica di idoneità giudiziaria a portale e l’effettiva consegna, perché durante il lockdown molti uffici federali avevano chiuso i battenti per la positività dei dipendenti. L’ordinanza di Cuomo arriva dunque a due settimane dalla fine dello stato di emergenza a di New York.

Sparatorie, Cuomo dichiara lo stato di emergenza: solo nell’ultimo week end un morto e 51 feriti

E purtroppo i dati non sono confortanti: solo nell’ultimo weekend ci sono state ventuno sparatorie. Quegli scontri a fuoco hanno provocato un morto e venticinque feriti nella sola città di New York. A voler considerare lo stato intero invece il bilancio dei feriti sale a cinquantuno. Un anno fa, nello stesso periodo, c’erano state meno sparatorie, con il primo semestre del 2021 che ha visto un incremento di questi brutali episodi criminali del 38%. Ha spiegato perciò Cuomo: “Se puoi sconfiggere il Covid allora puoi sconfiggere la violenza delle armi. Siamo entrati in una nuova epidemia, quella della violenza, e anche lì è una questione di vita o di morte”.

Troppe sparatorie, Andrew Cuomo dichiara lo stato di emergenza e assume 21mila poliziotti

E per dare sostanza alla sua decisione Cuomo ha stanziato con effetto immediato ben 138,7 milioni di dollari da utilizzare per “opera di prevenzione della polizia sul possesso di armi, investimento in piani di recupero di giovani a rischio” e per “l’assunzione a tempo di 21mila persone con l’obiettivo di presidiare metropolitane, parchi e strade ventiquattr’ore al giorno, sette giorni alla settimana”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli