Il governo è al lavoro per questo nuovo nodo

·2 minuto per la lettura
Speranza Figliuolo
Speranza Figliuolo

L’Italia è quasi tutta in zona bianca e le riaperture continuano. Sulla riapertura delle discoteche è iniziato il confronto tra Cts e Ministero. Il punto principale è la riapertura delle sale da ballo in relazione alla sicurezza epidemiologica e al monitoraggio delle varianti.

Riapertura delle discoteche: l’incontro tra Cts e Ministero

In Italia stanno continuando le riaperture, grazie ai dati positivi della pandemia. Il Paese è in zona bianca e dal 28 giugno sarà possibile togliere le mascherine all’aperto. Il governo, però, continua a lavorare per cercare di risolvere il problema della riapertura delle discoteche e per affrontare il rischio della diffusione delle varianti. Si è tenuto un incontro al ministero della Salute tra il ministro Roberto Sperenza e il coordinatore del Cts Franco Locatelli, con i sottosegretari Sileri e Costa. Al centro del confronto la riapertura dei locali da ballo in relazione alla sicurezza epidemiologica e al monitoraggio delle varianti. Per quanto riguarda la variante Delta si sta programmando un aumento del tracciamento, con un maggiore numero di tamponi, più attenzione ai focolai e ai singoli casi.

Riapertura delle discoteche: la data

Il nodo della riapertura delle discoteche continua ad essere un problema. Il Governo sta lavorando per prendere questa decisione rispettando tutte le norme di sicurezza dovute alla pandemia. Un incontro tra il Comitato tecnico scientifico e il Ministero della Salute è già stato avviato, ma sicuramente dovranno ancora parlarne per arrivare ad una decisione definitiva. Verrà fatta una nuova riunione per il tema riapertura delle discoteche. Ci vorranno regole precise, come il green pass, e se le vaccinazioni continuano l’apertura potrebbe essere fissata nei primi dieci giorni di luglio.

Riapertura delle discoteche: le parole di Zaia

Luca Zaia, il governatore del Veneto, è a Roma per un incontro della Conferenza delle Regioni con Sergio Mattarella, presidente della Repubblica. Il presidente di Regione ha parlato anche della riapertura delle discoteche. “Aprire i locali non è uno sfizio, l’offerta turistica del Veneto, che è la prima Regione d’Italia per turismo, non prescinde dal fatto che ci sia l’intrattenimento” ha dichiarato, sottolineando che si tratta di “un comparto importante per il Veneto, come lo è per l’Emilia-Romagna, la Lombardia e molte altre regioni“. Il governatore ha raccomandato che “non bisogna abbassare la guardia” aggiungendo che il virus continua a circolare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli