Il governo diserta la Prima della Scala, presenti solo Tria e Bonisoli

Huffington Post

Mentre in parlamento si vota la fiducia alla manovra, Giovanni Tria sfila sul tappeto rosso. Il ministro dell'Economia è arrivato alla Scala di Milano, per assistere alla prima dell'Attila di Giuseppe Verdi. È l'unico rappresentante del governo presente in sala, assieme al ministro della Cultura Alberto Bonisoli. Il segnale che M5s e Lega vogliono intendono tenersi lontani dall'elite milanese, e che, evidentemente, le priorità in casa gialloverde sono ben altre.

Accanto ai due ministri, sul palco d'onore, siederà Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica è già arrivato al teatro milanese, accolto da un lunghissimo applauso da parte del pubblico, durato diversi minuti. A dargli il benvenuto c'erano anche il sovrintendente Alexander Pereira e il sindaco Giuseppe Sala.

Si tratta di un 'debutto' di Mattarella nel palco centrale per l'apertura di stagione. Prima di lui sono arrivati tra gli altri la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il presidente della Regione Attilio Fontana, la senatrice a vita Liliana Segre, Fedele Confalonieri, l'ex premier Mario Monti, la vicepresidente della Corte Costituzionale Marta Cartabia e il prefetto Renato Saccone.

A poche ore dalla Prima invece, a prendersi la scena erano state le proteste di alcune decine di militanti del centro sociale Il Cantiere hanno lanciato vernice bianca e ortaggi contro gli agenti in tenuta antisommossa, disposti davanti al palazzo che ospiterà la tradizionale cena di gala post-spettacolo. I contestatori hanno acceso un fumogeno, esposto uno striscione (contro Salvini, Macron, Trump e Bolsonaro) e urlato slogan contro esponenti del governo, ma non c'è stato alcun contatto con le forze dell'ordine. Laconico il commento in proposito del ministro del'Interno Salvini, che a Pomeriggio 5 si è scagliato contro i "soliti cretini dei centri sociali", auspicando "che passino qualche giorno in galera". Per quanto riguarda il tappeto rosso invece, alla Scala sono già arrivati...

Continua a leggere su HuffPost