Il governo lavora per approvare il decreto Ristori bis

·2 minuto per la lettura

AGI - Il governo lavora per approvare il dl ristori bis. L'obiettivo è varare oggi il decreto affinché le norme entrino in vigore con le restrizioni del Dpcm appena scattate. 

"Adesso proseguiamo il lavoro per finalizzare il nuovo decreto che approveremo in queste ore, e garantire con altrettanta rapidità gli ulteriori ristori agli esercizi commerciali e agli operatori economici interessati dalle nuove misure introdotte su base regionale e nazionale”, dichiara in una nota il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri.

“In un periodo di difficoltà e di giuste preoccupazioni, possiamo dare una notizia positiva: - aggiunge - sono passati soli nove giorni dall'emanazione del primo decreto Ristori, e l'Agenzia delle Entrate ha già emesso i primi mandati di pagamento per accreditare il contributo a fondo perduto agli operatori economici interessati dalle misure di contenimento della seconda ondata di Covid entrate in vigore il 26 ottobre. Sono stati disposti i bonifici in favore di più di 211 mila imprese, per un totale di oltre 964 milioni di euro”.

“Avevamo detto che saremmo stati in grado di far arrivare sui conti correnti i primi ristori per il 15 di novembre, in realtà essi arriveranno già lunedì e martedì prossimi - prosegue Gualtieri - l'amministrazione finanziaria è riuscita ad eseguire tutte le operazioni in automatico, così come previsto dal decreto legge 137 del 28 ottobre 2020, senza richiedere alcun adempimento o domanda ai contribuenti coinvolti, che vedranno accreditarsi le somme maggiorate direttamente sul conto corrente indicato nella domanda relativa al primo contributo a fondo perduto, avanzata nella primavera scorsa. Credo che un riconoscimento vada dato a tutte le strutture dell'amministrazione finanziaria coinvolte, a cominciare dall'Agenzia delle Entrate, che - conclude - sono state in grado di corrispondere alla giusta attesa di tanti cittadini, lavoratori e imprese colpiti dalle conseguenze di questa drammatica situazione".