Il governo russo di Medvedev si è dimesso

Il governo russo si è dimesso in pieno. Lo ha annunciato il premier Dmitri Medvedev, citando l'articolo 117 della Costituzione. Il presidente Vladimir Putin ha incaricato il governo uscente di adempiere ai propri obblighi fino alla formazione di un nuovo Gabinetto.

"È stata delineata tutta una serie di emendamenti fondamentali alla Costituzione", ha detto Medvedev parlando in un incontro con Putin e i membri del governo e riferendosi all'annuncio del presidente. "Quando questi cambiamenti verranno adottati", ha continuato, "avranno effetti sull'intero equilibrio dei rami del potere esecutivo, legislativo e giudiziario del governo".

GUARDA ANCHE: Russia: vent'anni fa lo "zar" Putin iniziava la sua ascesa

Il nuovo ruolo per Medvedev

Il presidente russo ha annunciato l'intenzione di istituire la carica di vice presidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa e di assegnarlo al premier dimissionario, Dmtri Medvedev. Quest'ultimo "ha sempre affrontato questi problemi, anche dal punto di vista del potenziamento della nostra capacita' di difesa e sicurezza. Lo ritengo possibile e gli ho chiesto proprio questo, di occuparsi di queste questioni", ha dichiarato Putin in una riunione coi membri del governo.Il presidente del Consiglio di sicurezza russo - organo consultivo che riunisce i vertici dello Stato dai presidenti delle due Camere del Parlamento, fino ai capi dei servizi segreti e i principali ministeri - è il leader del Cremlino. 

GUARDA ANCHE: Comico russo prende in giro Putin in uno spettacolo, è polemica

La reazione di Navalny

"Il ricordo principale dell'azione di governo 'degli anni zero e dieci' di Dmitri Medvedev rimarrà questo", la sua corruzione. Così su Twitter l'oppositore russo, Aleksei Navalny, commentando la notizia delle dimissioni. Il post è accompagnato dal link all'inchiesta svolta dal Fondo anti-corruzione dello stesso Navalny e che nel 2017 puntò i riflettori sui metodi usati dal capo del governo ed ex presidente per arricchirsi, accusandoli di possedere segretamente immobili di lusso, vigneti e ville all'estero, tra cui anche in Italia.

L'inchiesta è stata guardata da milioni di persone su Youtube e aveva portato numerose persone in piazza in diverse città per protestare contro la corruzione dell'e'lite del Paese

LEGGI ANCHE: Russia, Putin: la gente chiede cambiamenti, agire senza indugi