Il grosso pesce era poco sotto il pelo dell’acqua di fianco ad una feluca per la pesca allo spada

Lo squalo sotto il pelo dell'acqua
Lo squalo sotto il pelo dell'acqua

Emozionante incontro nello Stretto di Messina, dove i componenti di un equipaggio avvistano un enorme squalo bianco. Come riportato dai media e dai social il grosso pesce cartilagineo era poco sotto il pelo dell’acqua di fianco ad una feluca per la pesca allo spada. L’avvistamento dello squalo bianco nello Stretto di Messina è avvenuto nella giornata di venerdì 13 maggio. A segnalarlo ed a filmare i momenti salienti di quell’emozionante incontro alcuni pescatori a bordo di una feluca, l’imbarcazione per la pesca del pesce spada.

Uno squalo bianco nello Stretto di Messina

E le dimensioni di questo esemplare avvistato nel mare fra Sicilia e Calabria era molto più che ragguardevoli. Dalla punta del muso alla pinna asimmetrica caudale l’esemplare era lungo circa 5 metri, con un peso stimato in circa 400kg. Un vero bestione, a contare che squali bianchi di sette metri di oltre 600 chilogrammi di peso sono non rari ma comunque considerati dei veri “mostri”. E neanche quel particolare tipo di incontro è da considerarsi raro.

Un incontro tutt’altro che raro

Al di là della vulgata che vorrebbe gli squali bianchi come pesci oceanici o addirittura tropicali (perché molti lo confondono con i diversissimi tigre, toro e mako) lo squalo bianco nel Mediterraneo è di casa e da molto tempo. Stretto di Messina e “Mare Nostrum” sono sempre popolati dagli squali bianchi. Secondo un recente studio lo squalo bianco ha eletto il Mediterraneo come luogo in cui vivere da oltre 3 milioni di anni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli