Il Ken umano ospite da Barbara D'Urso: ecco la sua storia

Rodrigo Alves, 34 anni, metà britannico e metà brasiliano, è dipendente dalla chirurgia estetica. Negli ultimi anni si è sottoposto a 58 operazioni e ha speso più di 350mila euro (anche se alcune fonti inglesi parlano di una cifra vicina ai 500mila euro) per diventare “perfetto” come il fidanzato di Barbie, Ken.

Il ragazzo, che si definisce “completamente finto”, è stato ospite domenica 17 settembre nel salotto televisivo di Barbara D’Urso. A Domenica Live, su Canale 5, la conduttrice lo ha intervistato, cercando di capire cosa lo ha portato a diventare così.

Rodrigo Alves, il Ken umano ospite da Barbara D’Urso (Instagram)

Ecco alcune delle sue parole: “Le mie operazioni sono state tutte importanti, quelle più dure sono state sicuramente il lifting facciale e il rifacimento degli addominali. Tutto quello che vedete è rifatto, non dovete credere a niente, è tutto finto“. L’unica parte, a sua detta, che non ha subìto alcun rifacimento è… il pene! Per il resto, tutto è stato ricreato sotto i ferri – compresi gli addominali perfetti che fanno a pugni con le rotondità che aveva prima di cominciare la sua avventura come neo “Ken” umano.

Rodrigo Alves, il Ken umano, insieme alla D’Urso (Instagram)

Nel 2016 Alves aveva quasi rinunciato a altri interventi, dopo una rinoplastica finita male. Era all’epoca la sua sesta operazione in quell’ambito, e dopo di essa il naso era arrivato alla necrosi. Dopo la settima operazione, finita senza alcun rigetto, Alves si è ributtato nella mischia chirurgica e a Domenica Live ha annunciato un nuovo lifting ai… capelli.

Il fisico finto del Ken umano (Instagram)

Su Instagram il Ken umano ha ringraziato Barbara D’Urso e l’Italia, per l’accoglienza ricevuta. Non sono però mancati i commenti negativi e gli insulti sui social, ai quali però Alves ha probabilmente fatto il callo.

Rodrigo Alves, il Ken umano, fotografato insieme a Barbara D’Urso (Instagram)

Per sapere di più sulla vita di Rodrigo, ecco la nostra gallery. Altrimenti, fate un giro sul suo profilo Instagram.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità