Il killer di Daniele De Santis ed Eleonora era giò stato condannato all’ergastolo per omicidio

Antonio De Marco
Antonio De Marco

Orrore aggiuntivo nella vicenda dei fidanzati uccisi a Lecce, sono state trovate immagini pedopornografiche nel computer di Antonio De Marco: il  killer di Daniele De Santis ed Eleonora Manta era giò stato condannato all’ergastolo per omicidio ma ha ricevuto una ulteriore condanna a quattro mesi di reclusione per il materiale pedopornografico scoperto dai carabinieri nel suo pc.

Quelle immagini nel computer di De Marco

Quel materiale era spuntato fuori nel corso delle perquisizioni in ordine al  duplice omicidio dell’arbitro leccese  e della sua fidanzata. Per il 22enne studente di Scienze Infermieristiche di Casarano le porte del carcere si erano schiuse con fine pena mai inflitto in primo grado dopo il terribile crimine del ettembre 2020 nel loro primo giorno di convivenza. In ordine alla seconda pena la stessa è stata patteggiata nell’aula del Gup Laura Liguori.

Cosa aveva trovato il Ris dei Carabinieri

I carabinieri del Ris esaminarono il computer del 22enne ed il cellulare, rinvenendo una cartella contenente “delle immagini dal contenuto inequivocabile: minori impegnati in atti sessuali”, come spiega Fanpage. Proprio in quel pc erano stati trovati anche gli scritti che avevano indicato il De Marco l’autore del duplice omicidio di Lecce, innescato dal fatto che le vittime erano “troppo felici”. L’appello per De Marco è stato fissato il 15 dicembre e ruoterà su una perizia psichiatrica.