Il leader azzurro parla di responsabilità e cita il 1994, l’anno in cui decise di fare politica

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

In una intervista al Tg5 si concretizza la scelta di Silvio Berlusconi: “Riscendo in campo per evitare un governo di incapaci”. Il leader azzurro parla di responsabilità e cita il 1994, l’anno in cui decise di fare politica. E spiega: “Come ho sentito il dovere nel 1994 di scendere in campo per evitare la conquista del potere della sinistra comunista sento ancora adesso il dovere di scendere in campo per evitare che ci siano dei governi di incapaci e che si possa fare qualcosa di davvero utile per la nazione”.

“In campo per evitare un governo di incapaci”

In questi giorni Berlusconi batte molto su Forza Italia intesa come “formazione politica ancora assolutamente fondamentale nel Paese”. E quindi si è augurato di avere ancora “la forza e il tempo per dare all’Italia una ulteriore spinta verso il benessere e verso una maggiore libertà”. Insomma, dopo Napoli il Cav è galvanizzato e lo è ancora di più dopo le sue affermazioni in ordine alla guerra della Russia all’Ucraina.

Lo spirito “tattico” di Pratica di Mare

Questo quando dopo aver deprecato l’invio di armi e “terremotato” i governisti del suo stesso partito, Gelmini in testa, aveva detto che “bisogna pensare a qualcosa di eccezionale per far smettere a Putin la guerra”. Il tutto lasciando aleggiare saggiamente e con un pizzico di utilitarismo lo “Spirito di Pratica di Mare”, quando con lui premier Putin e Bush si strinsero la mano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli