Il leader del Carroccio esce dal summit di partito e “dichiara guerra” agli alleati di governo

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Matteo Salvini lo ha detto senza mezzi termini: “Faremo vedere alla sinistra di che pasta è fatta la Lega”.  Il leader del Carroccio esce dal summit di partito e “dichiara guerra” agli alleati di governo. La riunione della Lega è durata circa due ore e alla fine il leader Matteo Salvini ha tirato le somme in privato del summit con il governatore lombardo Attilio Fontana e i consiglieri regionali della Lega a Palazzo Pirelli e non solo quelle.

Salvini: “Glie la faremo vedere, alla sinistra”

Salvini ha lasciato il palazzo della Regione Lombardia senza rilasciare dichiarazioni, ma ci sono analisi di Affari Italiani per cui addirittura il Carroccio sarebbe pronto a lasciare la maggioranza. Avrebbe detto Salvini ai colleghi di partito: “Se la sinistra insiste con la droga libera, la cittadinanza facile e il ddl Zan, faremo vedere di che pasta è fatta la Lega. Ora basta. Le emergenze sono aumento di stipendi e pensioni, sono il lavoro e il taglio delle tasse, sono l’autonomia e la lotta all’immigrazione clandestina. Non altro”.

L’indiscrezione: via dalla maggioranza

E ci sono altre indiscrezioni fatte trapelare da fonti del partito. Indiscrezioni per cui la Lega non potrebbe mai restare in una maggioranza che approva provvedimenti che, come ha spiegato Libero, “sono fumo negli occhi per gli elettori di destra”. Il vertice al Pirellone è servito anche a fare il punto sulle Regionali 2023, con il definitivo via libera della Lega, cioè di Salvini, alla ricandidatura di Attilio Fontana a governatore della Lombardia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli