Il leader del Movimento Cinquestelle frena sulla redazione delle liste per la politiche imminenti

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

In merito alle elezioni 25 settembre Giuseppe Conte è stato chiaro ospite di ‘Agorà’ su Raitre: “Non ho ancora deciso se mi candiderò”. Il leader del Movimento Cinquestelle frena sulla redazione delle liste per la politiche imminenti e dice: “Non siamo ancora arrivati al momento della redazione delle liste“. Poi Conte ha spiegato:  “Abbiamo delle sorprese  ma non le anticipo, le renderemo note quando la campagna elettorale sarà entrata nel vivo”.

“Non ho ancora deciso se mi candiderò”

E poi: “Sicuramente ci saranno delle personalità di grande prestigio e competenza che ci daranno una mano”. E il nodo di Alessandro Di Battista? “Tutti mi chiedono di Alessandro, una persona seria e generosa che ha dato un grande contributo alla vittoria del M5s nel 2018. Sul suo rientro nel M5s ne discuteremo, ora c’è un nuovo percorso. Ci confronteremo in modo leale e sincero“.

Si alle parlamentarie e si a Beppe Grillo

Poi c’è la questione delle “parlamentarie” che vedeva Conte in disaccordo con Beppe Grillo: “Dobbiamo assolutamente farle, è un passaggio significativo che rientra nei nostri criteri di democrazia diretta e partecipata per dare agli iscritti la possibilità potersi esprimere anche sulla scelta dei candidati”. Conte ha quindi confermato non solo che il M5s coinvolgerà direttamente i militanti nella scelta dei prossimi candidati alle elezioni politiche, ma anche che alla fine Grillo ha imposto ancora una volta la sua volontà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli