Il leader della Lega “abbassa in tiro” ma batte sempre sul tema viaggio in Russia

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Matteo Salvini ci riprova e spiega: “Spero di parlare con Lavrov”. Il leader della Lega “abbassa in tiro”, punta al ministro degli Esteri di Mosca e non più a Vladimir Putin ma batte sempre sul tema viaggio in Russia. Ha detto Salvini parlando a Milano: “Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov non l’ho sentito, dovevo incontrarlo, sarebbe stata e spero sia un’occasione importante. Dialogare con la Russia e chiedere il cessate il fuoco non è un diritto, è un dovere”.

Salvini: “Spero di parlare con Lavrov”

Poi il leader del Carroccio ha aggiunto: “Sono sconcertato da ipotesi di inchieste, Copasir, chiarimenti, come se non fosse diritto di un parlamentare italiano lavorare con chiunque possa portare la pace”. E ancora: “Se serve parlare con Lavrov è giusto e sacrosanto parlare con Lavrov, Draghi parla con Putin, fa bene a farlo”. E in ordine all’ipotesi di un viaggio a Mosca?

“Lega compatta ma le scelte le faccio io”

Salvini lo ha detto chiaramente: “La Lega è assolutamente compatta, qualcuno ha detto che non era informato perché alcune scelte le prendo io, mi faccio assolutamente carico delle mie responsabilità, onori e oneri“. Poi la chiosa: “La pace merita qualsiasi tipo di incontro, di cui tutti sapevano, l’ho dichiarato non so quante decine di volte che stavo incontrando, stavo lavorando, non sostituendomi a nessuno ma aiutando qualcuno”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli