Il leader della Lega contro la decisione presa dalla Commissione nella notte

Salvini taglio vitalizi parlamentari

“Lo stop al taglio dei vitalizi per gli ex parlamentari è un segnale disgustoso e vergognoso”, cosi il leader della Lega Matteo Salvini nel suo intervento ad Agorà su Rai Tre. “Spero si trovi il modo per tornare indietro, noi siamo contro i vitalizi e per il taglio dei parlamentari”, ha aggiunto poi il leader del Carroccio riferendosi alla vicenda della scorsa notte quando una Commissione ha votato a favore del ripristino dei vitalizi per gli ex parlamentati. Decisione etichettata poco dopo da Salvini come una grande vergogna.

Salvini e il taglio dei vitalizi parlamentari

Nella Commissione lo stop al taglio dei vitalizi per gli ex parlamentari sarebbe arrivato con 3 voti favorevoli e due contrari. A favore del ripristino avrebbe votato Giacomo Caliendo, presidente della Commissione e senatore di Forza Italia che in seguito ha dichiarato: “La commissione contenziosa è un organo giurisdizionale che applica la legge e non può modulare le proprie decisioni in base a convinzioni politiche, per cui sarebbe auspicabile che le critiche tenessero conto di tale non irrilevante particolare”. Oltre a Caliendo decisivi anche i voti due membri “tecnici” non senatori, nominati dal presidente del Senato Casellati – anch’essa di Forza Italia – e che, secondo quanto riferito dai retroscena di diversi quotidiani, avrebbero votato a favore della decisione.

Non solo Salvini contro lo stop al taglio dei vitalizi parlamentari. Anche Zingaretti ha espresso parere avverso dicendo “questa non è la nostra Italia”, così come hanno fatto Di Maio e il reggente dei 5 Stelle Vito Crimi. Per quest’ultimi la vicenda è quanto di peggio l’Italia possa fare in questo momento così difficile per i cittadini.