Il leader della Lega e le sue parole durante un comizio nelle Marche

Salvini distanza sociale

Nuovo attacco di Salvini alle misure di contenimento del coronavirus, da lui più volte non rispettate. Si pensi in tal caso alla manifestazione del 2 giugno e ad i continui selfie con i suoi fan malgrado il periodo di emergenza sanitaria e le continue raccomandazioni degli esperti. Durante un comizio del suo tour elettorale per le elezioni nelle Marche il leader del Carroccio ha dichiarato di non poterne più della distanza sociale, in barba dunque alle continue raccomandazioni dei medici e dell’Iss sulla necessità di mantenere il rispetto di tutte le misure di sicurezza necessarie ad evitare una seconda ondata di contagi da coronavirus.

Salvini: “Basta distanza sociale”

“Se devo dare una mia idea – ha detto Salvini dal palco durante il comizio – fortunatamente il virus di oggi non è quello di 4 mesi fa e quindi prima ci permettono di tornare a vivere, a lavorare, a studiare, e ad abbracciarci in maniera normale meglio è per tutti perché di questa distanza sociale io non ne posso più”.

Al leader della Lega ha subito risposto l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, professore dell’Università di Pisa e Responsabile coordinamento emergenze epidemiologiche della Regione Puglia: “Non è ancora il momento di riabbracciarci, mai come ora bisogna invece essere prudenti: abbiamo superato l’emergenza sanitaria, ma il virus non è scomparso. Dunque dagli esponenti politici ci si aspetterebbe responsabilità e moderazione nelle esternazioni: altri leader più famosi di Salvini, come Bolsonaro e Johnson, sono già caduti su dichiarazioni del genere”.