Il Leader della Lega parla dell'importanza delle infrastrutture

·1 minuto per la lettura
Salvini ponte sullo Stretto
Salvini ponte sullo Stretto

Il Ponte sullo Stretto potrebbe essere intitolato al Premier Mario Draghi qualora dovesse essere realizzato. Questa la proposta del Leader della Lega Matteo Salvini che nel corso dell’incontro con i giornalisti che si è tenuto il 18 febbraio, ha evidenziato come alla luce della recente ricostruzione del Ponte di Genova, la costruzione del Ponte sullo Stretto più volte proposta nel corso dei decenni potrebbe non apparire un miraggio: “Il Ponte sullo stretto? Io ci credo, so che qualcuno non è d’accordo, ma in pochi credevano nella ricostruzione del ponte di Genova e invece è stato fatto”, ha dichiarato Matteo Salvini stando a quanto riportato dall’Agenzia Dire.

Salvini: “Ponte sullo Stretto intitolato a Draghi”

Il Ponte sullo Stretto, più volte proposto negli ultimi 50 anni potrebbe essere realizzato? Il Leader della Lega Matteo Salvini non ha dubbi. Matteo Salvini che si è espresso sulla possibile realizzazione del Ponte sullo Stretto anche in occasione dell’intervento che ha tenuto in Senato lo scorso 17 febbraio, è arrivato ad avanzare la proposta di un ponte intitolato al Premier Mario Draghi. Stando a quanto riportato dall’Agenzia Dire, il leader della Lega Matteo Salvini durante l’incontro con i giornalisti dello scorso 18 febbraio ha ipotizzato quanto potrebbe costare il Ponte sullo Stretto: “C’è un costo ipotizzato di 7 miliardi e 100mila posti di lavoro. Potrebbe chiamarsi ponte Draghi”.

Il Ponte potrebbe quindi essere al centro della politica della costruzione delle infrastrutture che permetterebbero all’Italia di ripartire. Proprio il carroccio che opererà grazie alla figura di Giancarlo Giorgetti, sarà parte attiva nel rilancio delle realtà danneggiate dalla pandemia. In questo senso il Ponte sullo Stretto potrebbe quindi rappresentare la ripartenza del Sud italia.