Il leader della Lega tuona contro la proposta dem e la definisce “irrispettosa per gli italiani”

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Torna in auge lo Ius scholaeMatteo Salvini si schiera senza indugio contro la legge sulla cittadinanza arrivando a minacciare: “Così il governo è a rischio”. Il leader della Lega tuona contro la proposta dem e della sinistra e la definisce “irrispettosa per gli italiani”. Ma cosa prevede la proposta di legge? In buona sostanza che sia possibile fare richiesta di cittadinanza italiana a patto che ci siano condizioni precise.

Salvini contro la legge sulla cittadinanza

Quali? Se si è giunti in Italia prima di aver compiuto 12 anni e se si è portato a termine un percorso scolastico di 5 anni. Il centrodestra però non ci sta ed il primo a salire sulle barricate, mettendo in risalto il pericolo per la saldezza dell’esecutivo Draghi, è proprio Salvini, che su Facebook ha scritto: “Incredibile, vergognoso e irrispettoso per gli italiani”.

“La maggioranza pensa ad immigrati e cannabis”

“In un momento di crisi drammatica come questo, la sinistra mette in difficoltà maggioranza e governo insistendo su cittadinanza agli immigrati e cannabis anziché occuparsi di lavoro, tasse e stipendi“. E la stessa deputata di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli, citata da Libero, ha rincarato la dose: “Lo schema che abbiamo visto dal 2018 in poi è un pastrocchio. Nella sola giornata di oggi in Parlamento viene respinto l’ordine del giorno di Giorgia Meloni per chiedere al Governo di andare in commissione Ue a rinegoziare gli obiettivi del PNRR e renderli attuali alla crisi in corso mentre, nel frattempo, arrivano i provvedimenti sulla legalizzazione della cannabis e della cittadinanza facile”. E in chiosa: “Se queste sono le priorità allora è una ragione in più perché questo Governo vada a casa“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli