Il leader della Lega vittima degli sfottò del tabloid inglese

·1 minuto per la lettura
salvini
salvini

Matteo Salvini si è apertamente schierato a favore del presidente uscende Donald Trump alle elezioni degli Stati Uniti. Il leader della Lega, a metà ottobre, aveva sfoggiato una mascherina a sostegno del candidato repubblicano alla Casa Bianca nel corso di una manifestazione sotto una sede dell’Agenzia delle entrate a Roma. Su Twitter, inoltre, ha più volte appoggiato i pareri del tycoon. Talvolta diffondendo anche delle bufale.

Il tweet di Matteo Salvini

È quanto è successo giovedì 5 novembre, quando Matteo Salvini ha pubblicato un video in cui ribadisce l’esistenza di brogli nelle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Il leader della Lega, in particolare, ha affermato, come aveva fatto diverse volte Donald Trump, che i voti raccolti in sette paesi siano eccedenti rispetto al numero di abitanti.

Ha ragione Trump, fa bene a chiedere di controllare voto per voto. Ci sono posti dove ci sono più voti che votanti. Ci saranno sorprese, aspettatevele. Confido che possano arrivare delle sorprese”, aveva scritto.

Si tratta, tuttavia, di una bufala diffusa proprio da Donald Trump, in cui è cascato, volente o nolente, anche Matteo Salvini.

Le critiche dell’Independent

Il tabloid inglese The Independent, a seguito della scoperta della bufala rilanciata da Matteo Salvini, ha dato vita a un vero e proprio sfottò nei confronti del leader della Lega. Venerdì 6 novembre, infatti, ha pubblicato un articolo dal titolo “La cheerleader di Trump diffonde teorie cospirazioniste sul voto senza fondamento“.