Il leader di "Azione!" Carlo Calenda ha annunciato che non verranno strette alleanze

·2 minuto per la lettura
Elezioni comunali Roma Calenda
Elezioni comunali Roma Calenda

I numeri ottenuti alle elezioni comunali di Roma non hanno permesso alla lista di Carlo Calenda di procedere al ballottaggio che vedrà quindi sfidare Roberto Gualtieri del PD e Michetti di Fratelli d’Italia. Ed è proprio dagli ultimi numeri raggiunti alle amministrative che è partita la lunga riflessione di Calenda che, nel corso della conferenza stampa ha annunciato che non verranno strette alleanze con le altre forze politiche attualmente in gioco. “Sarebbe quindi molto scorretto e poco onorevole prendere il loro voto e utilizzarlo per ottenere delle posizioni”, ha spiegato, motivando in questo modo la sua scelta.

Elezioni comunali Roma Calenda: “Non faremo apparentamenti e non faremo alleanze”

Il partito “Azione!” di Carlo Calenda non verrà quindi a patti con le altre forze politiche, tuttavia su un’eventuale decisione di dare agli elettori delle indicazioni di voto, potrebbero essere prese delle decisioni successivamente. Il leader di Azione! non ha mancato inoltre di criticare il Partito Democratico Enrico Letta precisando in conferenza stampa che “la presunzione del Partito Democratico per cui decidono loro chi sta dove, è una presunzione sbagliata”,

Elezioni comunali Roma Calenda: “Darà supporto a chiunque diventerà sindaco con idee e proposte”

Il leader di Azione! Carlo Calenda durante il suo intervento in conferenza ha rinnovato il suo sostegno verso chiunque porterà idee e proposte a servizio della comunità: “Darò supporto comunque a chiunque diventerà sindaco, con idee e proposte, come sempre facciamo, ma d’altro canto sarà un lavoro nazionale che è molto importante perché esce rafforzato da questa esperienza ed è un lavoro che dobbiamo proseguire nel solco di un approccio riformista e pragmatico che non sposa l’idea che bisogna o abbracciare i populisti o abbracciare i sovranisti”.

Elezioni comunali Roma Calenda, “Dispiace che i numeri non permettano di andare al ballottaggio”

Infine Calenda ha concluso il suo intervento ringraziando quanti si sono prodigati in questa campagna elettorale che ha considerato una delle più belle a cui ha preso parte: “Abbiamo provato a dare a Roma la campagna che merita in termini di contenuti e di indipendenza: una sola lista fatta di persone per bene”.

Ha quindi precisato: “il nostro obiettivo non era una testimonianza ma arrivare a governare Roma e se da un lato siamo contenti di essere arrivati a questo risultato che – e lo dico per i tanti che ci hanno creduto – apre una fase di lavoro anche a livello nazionale, dall’altro dispiace che i numeri attuali non ci vedano al ballottaggio”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli