Il leader di Forza Italia affronta uno dei temi elettorali proposti da Bonelli e Fratoianni

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Da Silvio Berlusconi e nell’imminenza del voto politico del 25 settembre arriva un secco “no alla normalizzazione delle sostanza stupefacenti”: il leader di Forza Italia affronta uno dei temi elettorali proposti da Angelo Bonelli e Nicola Fratoianni e lo ga rispondendo alle domande di Torcha. A parere del Cav “la normalizzazione delle sostanze stupefacenti è un grave errore. Si tratta di sostanze solo apparentemente innocue”.

“No alla normalizzazione delle sostanze stupefacenti”

Poi Silvio Berlusconi spiega: “In realtà, sono pericolose, soprattutto nella fase adolescenziale, e spesso incentivano l’assunzione di altre droghe più pericolose”. Il leader azzurro argomenta poi sul delicato tema che è in agenda elettorale in parte dello schieramento opposto: “Le sostanze stupefacenti spesso incentivano l’assunzione di altre droghe molto più pericolose”. Il messaggio del leader azzurro appare dunque chiaro ed inequivocabile: quella porta va tenuta chiusa.

“Passerebbe il messaggio sbagliato”

E in chiosa: “inoltre, una normalizzazione sarebbe un messaggio culturale sbagliato, l’esatto contrario di quel che servirebbe ai nostri ragazzi. Il leader di Forza Italia ha poi rivendicato una ulteriore cosa: “Siamo gli unici che in questa campagna elettorale che hanno parlato di temi concreti, delle proposte che permetteranno all’Italia di ripartire, dopo anni di politica ideologica dei No della sinistra“.