Il leader di Forza Italia torna sulla crisi di governo in atto ma non vuole responsabilità

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

In una intervista a La Stampa Silvio Berlusconi sembra proprio non avere dubbi: “Mario Draghi sarà l’ultimo premier di questa legislatura”. Il leader di Forza Italia torna a dire la sua sulla crisi di governo in atto ma non vuole responsabilità in ordine agli esiti, che lui vede quasi scontati, della stessa, ribadendo che gli azzurri sono sempre stati al fianco del governo e lo hanno addirittura fatto nascere.

“Draghi ultimo premier di questa legislatura”

Ha detto Berlusconi: “Mario Draghi sarà l’ultimo presidente del Consiglio di questa legislatura, ma si può andare avanti anche senza i Cinque Stelle“. E sui presunti ma plausibili “titoli di coda” per l’esecutivo guidato dall’ex presidente Bce, il leader di Forza Italia risponde: “Non dipende certo da noi. Siamo stati i primi a volerlo e abbiamo assunto l’impegno di sostenerlo lealmente fino al 2023”. Poi Berlusconi, fresco di richiesta di una serrata verifica di maggioranza, ribadisce: “Non cambiamo certamente idea. Però non è possibile che un governo vada avanti se ogni giorno una delle maggiori forze politiche che dovrebbero sostenerlo si dissocia fino a non votare provvedimenti essenziali”.

La verifica di maggioranza è centrale

E la strada per il Cav resta sempre quella: contarsi e vedere chi sta con il governo e chi sta contro, ridisegnare la mappa delle posizioni in Parlamento ed attenersi all’esito naturale delle cose, quale? Sarebbe duplice: o un Dragi bis o un voto autunnale con il quale il centro destra “incolpevole” punta al cappotto. La chiosa del Cav è stata netta: “Per questo ho chiesto un chiarimento che non è più differibile”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli