Il leader di Impegno Civico apre un sito di calcolo per valutare i risparmi della sua proposta

Luigi di Maio, leader di Impegno Civico
Luigi di Maio, leader di Impegno Civico

Svolta pratica di Luigi Di Maio che nell’imminenza di voto del 25 settembre lancia la campagna per il decreto taglia bollette e ci mette anche la “prova provata”: il leader di Impegno Civico apre un sito di calcolo per valutare i risparmi della sua proposta. Impegno Civico, il patito che Di Maio ha fondato dopo il forfait con il M5s, scende in campo, anzi scende in calcolo e crea un sito web dedicato all’iniziativa. Ma di cosa si tratta?

Di Maio e il decreto taglia bollette

Di una piattaforma su cui si può calcolare quanto si risparmierebbe se passasse la proposta del ministro degli Esteri. Cosa ha proposto Luigi Di Maio?  Che sia lo Stato italiano a pagare l’80% delle bollette di tutte le imprese e delle famiglie del ceto medio e in povertà fino alla fine del 2022. In buona sostanza è il famoso decreto taglia-bollette che Di Maio da tempo. E come si farebbe a calcolare? Basta connettersi, inserire la somma dovuta in bolletta e calcolare quanto verrebbe se Di Maio avesse ragione.

Gli altri step della proposta di Impegno Civico

Ma ci sono altri step che il ministro degli Esteri uscente ha in cantiere, li ha illustrati lui a Brescia Oggi:  “Uno, al governo stiamo già mettendo in campo il nuovo decreto per calmierare l’aumento dei prezzi e la proroga del taglio delle accise sulla benzina fino al 5 ottobre”. E poi: ”Il giorno dopo le elezioni, decreto Taglia-Bollette: lo Stato paga l’80 per cento delle bollette delle famiglie del ceto medio e in povertà e di tutte le imprese, dalla piccola attività alla grande azienda fino alla fine dell’anno“.