Il legale: "Bruzzone non ha titolarità sito Caramella Buona"

webinfo@adnkronos.com

"E' falsa e gravemente lesiva" l'attribuzione alla criminologa Roberta Bruzzone della titolarità del sito 'La Caramella Buona', in cui è presente un link al portale 'Hidden Faces' che pubblica i volti di bambine vittime di abusi. Lo sottolinea l'avvocato Serena A. Gasperini in relazione al lancio Adnkronos: 'Carta di Treviso: chi ha autorizzato sito Bruzzone con foto di minori'. Nell'organigramma del portale 'La Caramella Buona' la Bruzzone figura come vicepresidente. "Il vostro giornale - aggiunge Gasperini - ha attribuito falsamente la titolarità del portale 'Volti Nascosti' (Hidden Faces) alla Dottoressa Bruzzone. La dolosità della vostra condotta emerge chiaramente atteso che, accedendo al portale citato, è del tutto evidente la totale estraneità della Dottoressa dal contesto amministrativo e/o organizzativo del sito stesso. L’articolo invece attribuisce falsamente alla Bruzzone l’amministrazione e, ancor peggio, la titolarità (“sito Bruzzone”) del sito 'Volti Nascosti'".  

"A questo - prosegue l'avvocato Gasperini - si aggiunga che la vostra giornalista ha dolosamente omesso di riportare quanto riferito telefonicamente dalla Dottoressa proprio per specificare che la stessa non ha nulla a che fare con l’iniziativa a nessun titolo; la Dottoressa Bruzzone si è limitata a condividere un comunicato stampa in cui neppure viene citata; ha semplicemente ritenuto interessante l’iniziativa in considerazione del valore dei professionisti coinvolti. Attribuire alla Bruzzone la titolarità del Sito è una notizia falsa e lesiva visto e considerato che, proprio a causa dell’articolo, la Bruzzone è stata addirittura accusata sui social media di mettere a repentaglio la sicurezza dei minori e alimentare le condotte di matrice pedofilica. Tale scenario, causato dalla divulgazione della falsa notizia da parte vostra, è di una gravità inaudita. Si chiede l’immediata rettifica e rimozione della falsa notizia. Si procederà in sede giudiziaria, sia civile che penale, per le condotte dolosamente da voi tenute e per il risarcimento del danno arrecato", conclude.  

Intervistata dall'Adnkronos, la criminologa ha definito l'iniziativa "un'opportunità di salvezza per le vittime". 'Hidden Faces' "nasce dalla volontà di trovare una soluzione concreta per dare un’opportunità di salvezza alle vittime che non possono scappare dall'incubo della pedofilia, un portale attraverso il quale chiunque nel mondo diventi un valido aiuto per la protezione e il futuro dei bambini". "Negli ultimi due mesi - racconta la criminologa su Facebook - le indagini che La Caramella Buona Onlus ha condotto con l'Emme Team statunitense, hanno portato alla chiusura di molti siti pedo-pornografici, ma nel contempo hanno permesso di scoprire e bloccare centinaia di migliaia di video illegali”.