Il legale di Piera Maggio: "Attendiamo compatibilità gruppo sanguigno"

·1 minuto per la lettura
Denise Pipitone avvocato
Denise Pipitone avvocato

L’avvocato di Piera Maggio Giacomo Frazzitta ha affermato che “stiamo aspettando i dati per la compatibilità del gruppo sanguigno“. Soltanto dopo si procederà ai rilievi del Dna di Olesya Rostova per verificare se davvero può essere Denise Pipitone, la bimba scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo.

Denise Pipitone: parla l’avvocato della madre

Il legale ha spiegato di essere in contatto con i funzionari dell’Ambasciata italiana in Russia che hanno mostrato ampia disponibilità nel seguire il caso. Se il gruppo sanguigno dovesse risultare compatibile con quello di Denise, ha continuato, si procederà al prelievo del Dna dalla giovane, i cui risultati verranno inviati in Italia per la verifica con quello della mamma e del papà naturale.

Ha inoltre ammesso che i contatti con la Russia non sono facili e che “se entro oggi (ndr. 2 aprile) non avremo una risposta interesserò l’ambasciata italiana a Mosca“. Secondo Frazzitta conoscere il gruppo sanguigno è infatti un elemento preliminare fondamentale per capire se andare avanti o se si è trattato di un falso allarme.

Dopo la scomparsa di Denise, ha aggiunto, sono giunti diversi avvistamenti e segnalazioni. Questa volta però la posta seguita è diversa: “Non abbiamo avviato i canali burocratici, giudiziari internazionali. C’è un contatto più diretto e speriamo di poter arrivare prima rispetto a quei canali. Io spero entro il weekend di avere le idee chiare“.