Il leghista titolare di Autonomie ed Affari Regionali lotta contro un tumore da anni

Roberto Calderoli e Luca Zaia in ospedale
Roberto Calderoli e Luca Zaia in ospedale

Controlli oncologici di routine ma necessari, il ministro Roberto Calderoli si trova ricoverato in un ospedale di Padova: l’esponente leghista titolare di Autonomie ed Affari Regionali nel governo Meloni lotta contro un tumore da anni ed è stato ricoverato per controlli all’istituto oncologico Veneto di Padova. A spiegarlo lui stesso: “Dopo tanti, anche troppi, rinvii, prima per il deposito del simbolo, poi per quello delle liste, poi per la campagna elettorale, poi per l’insediamento delle Camere, poi per la formazione e giuramento del Governo, alla fine sono riuscito a fare il mio ricovero ospedaliero di un paio di giorni”.

Il ministro Calderoli ricoverato a Padova

A raggiungere Calderoli in è stato il presidente del Veneto Luca Zaia. Con lui Calderoli ha detto di aver “lavorato sull’autonomia”. Il rientro a Roma di Calderoli sarà a breve, per incontrare “prima la delegazione del Trentino Alto Adige quindi le tre Regioni che hanno scritto le pre-intese, e poi dal pomeriggio tutte le Regioni che hanno attivato il percorso per richiedere ulteriori forme di autonomia differenziata”.

La foto al lavoro in ospedale con Zaia

Ma non è finita: “E giovedì, in base alla loro disponibilità, spero di incontrare il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, quello dell’Anci, Antonio Decaro, e quello dell’Upi, Michele De Pascale“. Un calendario fittissimo dunque, con Calderoli che pubblicato su Facebook anche una foto di lui e Zaia. Nel 2019, come scrive il Corriere della Sera, Calderoli “aveva rivelato che da anni stava combattendo contro un tumore all’intestino”.