Il Leon di Baviera

Jasmin Belabess
·3 minuto per la lettura

Leon Goretzka, da giovane talento corteggiato da Real Madrid e Barcellona al suo affermarsi come uno dei migliori centrocampisti del momento e del futuro. Evoluzione fisica e tecnica per la Joya tedesca.

Questa è la storia di un calciatore divenuto uno dei migliori centrocampisti del mondo, senza dimenticare le sue origini. Questa è la storia di un calciatore riconoscente al punto tale da rinnovare simbolicamente con la squadra che gli diede i natali prima di partire per una nuova esperienza, tutto in segno di gratitudine.

Il suo nome è Leon Christoph Goretzka nato il 6 febbraio 1995 a Bochum e la sua professione è vincere sempre e tutto. La storia calcistica del miglior regista tedesco del momento ha inizio proprio al VfL Bochum, dove alla tenera età di cinque anni inizierà a muovere i primi passi. Fattosi le ossa in questa squadra, il giovane Leon continuerà a crescere in altezza rimanendo tuttavia minuto, ciò nonostante dimostra una fisicità nel gioco notevole, che richiamerà su di lui fin da subito l'attenzione di grandi club europei. Sempre con il Bochum debutterà da professionista all'età di 17 anni nella Bundesliga2. Nel giugno 2013, esaltatosi fin troppo per rimanere dov'era, fu costretto a dire addio alla squadra da lui tanto amata per approdare allo Schalke 04. Prima di farlo fece qualcosa che sarebbe passato alla storia come grande gesto di riconoscenza e maturità , rinnovò infatti il contratto con la sua ormai vecchia squadra per assicurargli un ingente introito nelle casse, soldi sempre utili per una piccola società.

TF-Images/Getty Images
TF-Images/Getty Images

In cinque stagioni con lo Schalke colleziona 147 presenze e 19 reti e in questa esperienza acquisisce grande rispetto e lustro in Germania. Questa fama lo porta ad essere convocato in nazionale maggiore, debuttando nel maggio 2014 ad Amburgo in un'amichevole contro la Polonia. A fine contratto con lo Schalke numerosi club europei iniziano a corteggiarlo, tra questi club di caratura internazionale come Real e Barça. Ma Leon si accorda con il Bayern Monaco e rifiuta le altre offerte. Il 19 gennaio 2018 firma un contratto quadriennale con i bavaresi e si prepara a vincere tutto il possibile.

Handout/Getty Images
Handout/Getty Images

Il suo arrivo a Monaco è segnato dal prestigio e dagli innumerevoli titoli e riconoscimenti, ma non solo, Leon muta anche fisicamente, non più l'esile spilungone ma il panzer tedesco come lo hanno definito gli ex compagni dello Schalke. Alla prima stagione vince subito il campionato e la coppa di Germania e alla seconda addirittura riuscirà a fare treble. Impegnato anche nelle battaglie sociali, in primis quella contro il Covid, non è difficile immaginare il perché sia così amato tra i tifosi.

Pool/Getty Images
Pool/Getty Images

Anche con la Nazionale non sono mancati i meriti. Nel 2017, infatti, in occasione della Confederations Cup in Russia, vinta proprio dai tedeschi, Goretzka si laurea capocannoniere. Non male insomma per un ragazzo di soli 25 anni, che mira a diventare il miglior centrocampista a livello mondiale e visti i due goal in due partite all'avvio della Champions League in corso, chissà che non ci stia già riuscendo.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.