Il libro di Bruno Varacalli, primo poliziotto d’Italia con una gamba amputata

libro poliziotto gamba amputata

Un incidente in moto e la perdita di un arto: sono eventi che cambiano per sempre l’esistenza e che spesso significano l’interruzione della carriera. Per un agente di 33 anni sono stati, invece, l’inizio di una seconda vita. “Un poliziotto sempre in pista” è il titolo del libro scritto da Bruno Varacalli, l’unico poliziotto in Italia con una gamba amputata.

Bruno Varacalli, il poliziotto con una gamba amputata

Nel Settembre 2017 un brutto incidente costrinse Bruno a uno stop alla sua carriera nelle Forze dell’Ordine. Senza una gamba e senza lavoro è riuscito comunque a trovare la forza per andare avanti e far nascere qualcosa di speciale. Il libro racconta della sua storia dopo quella tragedia e delle motivazioni che lo hanno spinto ad andare avanti. “Tutti mi dicono che non è facile reagire in modo positivo alle tragedie, ma a me viene naturale ha rivelato il giovane. L’obiettivo del suo racconto è quello di sostenere e incoraggiare le persone che credono di non potercela fare. Il ricavato delle vendite è destinato al fondo assistenza della Polizia di Stato, a sostegno delle famiglie dei suoi colleghi che hanno perso la vita.

A quasi due anni di distanza dall’evento che gli ha cambiato la vita, Bruno è riuscito a tornare a fare il lavoro che ama, e non solo. Ha cominciato nuovamente gli studi iscrivendosi ad un master in criminologia, ha avuto un figlio e si allena per partecipare alle Paralimpiadi. La copertina lo ritrae, infatti, sulla pista da corsa con una protesi artificiale a sostituire parte della sua gamba destra. Il libro verrà presentato Domenica 17 Novembre in occasione di BookCity 2019, presso la Canottieri Milano.