Il Lombardia Aerospace Cluster torna al Farnborough Airshow

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 lug. (askanews) - Torna, dopo due anni di stop causati dalla pandemia da Covid-19, il "Farnborough International Airshow 2022" di Londra, una tra le più importanti vetrine al mondo per l'industria aerospaziale, che aprirà le porte al pubblico lunedì 18, per chiudersi venerdì 22 luglio. Insieme con il "Lombardia Aerospace Cluster" e con i grandi player del distretto come Leonardo, faranno mostra di sé, dei propri prodotti e dei propri progetti anche 14 imprese, in larga parte Pmi, in rappresentanza di quello che è, per competenze e valore della produzione, uno dei più importanti indotti nazionali ed europei del comparto aerospaziale.

Lo ha reso noto lo stesso Cluster che, in continuità con il percorso di internazionalizzazione avviato con la collaborazione della Camera di Commercio di Varese, sarà presente con un proprio stand istituzionale nella Hall 1 del salone (stand 1443). Uno spazio all'interno del quale gli operatori internazionali potranno entrare in contatto con tutte le realtà che lo compongono e, nello specifico, con 11 aziende presenti fisicamente con i propri rappresentanti e cataloghi. Parliamo di aziende come AMM, Ase, Aviochem, Brancaro Industries, Cordon Electronics Italia, Italiana Ponti Radio, Jointek Aerospace, M.P.G. Instruments, Mecaer Aviation Group, Merletti Aerospace e OVS Villella. A queste si affiancheranno le imprese che con i loro stand individuali circonderanno lo spazio istituzionale: Aerea, Logic e Secondo Mona.

"Mai come prima d'ora possiamo apprezzare appieno le opportunità e le potenzialità di un evento internazionale come quello di Farnborough" ha dichiarato il presidente del Cluster, Angelo Vallerani, ricordando che si tratta di "una vetrina di enorme importanza (sono attesi oltre 1.500 espositori provenienti da 48 Paesi e un totale di 80mila visitatori)" e che "è in occasioni come queste che il valore aggiunto di far parte di un Cluster si mostrano apertamente". "L'adesione delle Pmi al nostro network di aziende permette, anche alle realtà più piccole, di poter essere presenti ad appuntamenti di massima visibilità per gli operatori del settore" ha evidenziato Vallerani, sottolineando che "il nostro obiettivo è permettere ad ogni piccola e media impresa di trovare una propria autonoma presenza sui mercati esteri, diversificando il proprio business, e senza dover, per forza, legare le proprie sorti ad un singolo grande player". "Sono molte le aziende del nostro indotto che hanno i requisiti per riuscirci - ha concluso - noi vogliamo semplicemente fare squadra e accompagnarle, rendendo possibile anche a livello di budget la presenza in rassegne dai costi non indifferenti".

Tra i tanti appuntamenti, il Cluster segnala il "Flash Meeting" del 19 luglio con il Sottosegretario con delega ai Rapporti con le Delegazioni Internazionali di Regione Lombardia, Alan Christian Rizzi, dedicato alle opportunità e alle sfide collegate alla mobilità aerea avanzata. A fare visita allo stand del Cluster lombardo dell'aerospazio saranno, inoltre, il presidente e il direttore centrale dell'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), Pierluigi Di Palma e Fabio Nicolai.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli