Il M5s vuole cambiare il sistema di voto per italiani estero -3-

Pol

Roma, 16 ago. (askanews) - Secondo il senatore, però, "almeno una parte del risparmio in termini di spese (postali, stampa del materiale, eccetera) debba essere destinato a coprire i costi necessari a garantire maggiore trasparenza, maggiori controlli e sicurezza delle operazioni di voto".

"In quest'ottica tali risorse, rivenienti dal risparmio di spesa, dovranno essere investite - dice - nell'implementazione delle altre innovazioni che si propongono con il presente disegno di legge, ossia per l'introduzione di sistemi di codici a barre o comunque di codici a lettura ottica o di decifrazione sui plichi elettorali (così da monitorarne il percorso ed avere certezza in ordine alla effettiva consegna al destinatario/elettore) nonché sui tagliandi del certificato elettorale".

"Dotare i seggi elettorali di appositi strumenti di lettura ottica dei codici - prosegue - permetterebbe pertanto di assicurare maggiore celerità e regolarità delle operazioni di voto e di scrutinio (a Roma), nonché una maggiore sicurezza, in quanto con l'utilizzo di tali codici sui plichi e sui tagliandi del certificato elettorale viene scongiurato il rischio di duplicazione del voto". (Segue)