Il M5s vuole cambiare il sistema di voto per italiani estero -5-

Pol

Roma, 16 ago. (askanews) - "Infine con la presente iniziativa legislativa, poiché si ritiene indispensabile che anche le consultazioni elettorali vengano svolte attraverso nuovi strumenti tecnologici, si propone - spiega - di conferire una delega legislativa al Governo, al fine di introdurre, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge, un sistema di voto e di scrutinio elettronico limitatamente alle consultazioni di cui alla legge n. 459 del 2001".

"Il voto elettronico difatti - insiste - è in grado di offrire, oggi, maggiori garanzie di trasparenza rispetto alle operazioni elettorali tradizionali e, allo stesso tempo, semplifica le operazioni di voto per gli aventi diritto (come ad esempio gli errori involontari che invalidano l'espressione della volontà dell'elettore) ma anche in sede di scrutinio (annullando i margini di interpretazione delle schede nulle ed automatizzando lo spoglio dei voti espressi senza la necessità di verifica di ogni singolo voto)". (Segue)