Il magnate Rinat Akhmetov cita Mosca in giudizio per 20 miliardi di dollari di danni ad Azovstal

Il magnate Rinat Akhmetov
Il magnate Rinat Akhmetov

Secondo quanto riportato da Sky News l’uomo più ricco d’Ucraina sarebbe pronto a trascinare la Russia in tribunale. Perché? Perché lui, il magnate Rinat Akhmetov, ritiene sia giusto citare Mosca in giudizio per 20 miliardi di dollari di danni, in particolare inflitti all’acciaieria Azovstal a Mariupol che per inciso è sua. Il sito non era solo un baluardo di resistenza militare estrema, ma uno spot produttivo ed economico di portata continentale.

Magnate pronto a trascinare la Russia in tribunale

E i media spiegano che anche la Illich Steel and Iron Works, la seconda più grande impresa metallurgica in Ucraina, ha patito danni immensi sotto le bombe di Mariupol. Lo ha spiegato molto bene Akhmetov, che non solo è il proprietario dell’acciaieria Azovstal di Mariupol me è anche dirigente sportivo e magnate ucraino, presidente della System Capital Management, una delle imprese industriali leader nella finanza ucraina, e della società di calcio Shakthar Donetsk.

“Troppi affari persi, ci devono risarcire”

Ha detto: “Faremo sicuramente causa alla Russia e chiederemo un adeguato risarcimento per tutte le perdite e gli affari persi”. Il magnate lo ha ribadito al portale di notizie ucraino mrpl.city. Poi il miliardario ha aggiunto in chiosa, a metà fra patriottismo ed interesse leso: “Crediamo nel nostro Paese e crediamo nella nostra vittoria”. Resta solo da stabilire quale sia il tribunale competente ad assegnare eventuali risarcimenti al magnate ucraino.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli