Il maltempo ha flagellato l'Italia tra piogge, vento e caldo anomalo

maria letizia d'Agata

Pioggia, vento e caldo anomalo caratterizzano questi giorni che precedono il Natale. Tutta l'Italia è attraversata da una fase di maltempo piuttosto curiosa visto che al centro-sud, per esempio, alberi e rami cadono per forte vento e pioggia ma non è quasi necessario girare con il cappotto. Oggi, una nuova fase di forte maltempo si verificherà per il passaggio di un'altra intensa perturbazione atlantica che porterà piogge anche intense e localmente temporalesche tra il Nordest e le regioni del Centrosud specie quelle tirreniche.

Questa perturbazione, spiega il sito Meteo Expert, sarà molto veloce, già nel corso del pomeriggio assisteremo ad una attenuazione dei fenomeni quasi ovunque. I venti occidentali potranno raggiungere intensità di tempesta, con raffiche oltre i 100 km/h. Il moto ondoso dei mari aumenterà notevolmente, specie su quelli occidentali che diverranno molto agitati o grossi con onde alte probabilmente fino a 6-8 metri e violente mareggiate lungo le coste esposte.

L'acqua alta in laguna

Il Centro Maree del Comune di Venezia ha comunicato che a Punta della Salute la marea ha raggiunto 120 cm alle ore 9,55, 116 cm a Burano, mentre 129 cm si sono toccati a Chioggia e in mare. Previsto per domani alle ore 9:40 un massimo di 135cm. In Liguria, una frana si è staccata dal versante roccioso, ostruendo l'accesso alla galleria delle Grazie, a Zoagli, sull'Aurelia, tra Chiavari e Rapallo (Ge). Una donna, provenendo da Rapallo alla guida della sua auto, non si sarebbe accorta che l'uscita della galleria era bloccata ed e' finita contro il muro di detriti caduto ed è stata trasportata in ospedale.

Il Po torna a far paura

A Cremona il livello è 1,77 sopra lo zero idrometrico e le previsioni non sono buone. L'Aipo ha avvisato che "le precipitazioni delle ultime ore e l'innalzamento dei livelli di diversi affluenti porteranno a un incremento dei valori del fiume Po nel tratto mediano, dove si prevede il superamento della soglia 1 di criticità (ordinaria, colore giallo) nell'arco delle prossime 24 ore lungo il tratto tra Piacenza a Borgoforte". Il superamento della soglia 1 potrà verificarsi già nel corso della giornata di oggi nei rami del delta, a causa dei livelli sostenuti della marea. Fermi i traghetti da e per l'isola d'Elba.

La situazione a Roma

Pioggia e forte vento hanno sferzato la Capitale durante la notte ed i Vigili del Fuoco, hanno effettuato circa 120 interventi. L'80% delle chiamate era dovuto alla caduta di alberi, rami pericolanti, tegole e pali pubblici. Le zone interessate dal maltempo sono per la maggior parte nella zona sud di Roma, il Litorale e la zona dei Castelli Romani. E sempre nella Capitale, sono chiusi parchi, cimiteri e ville storiche perché la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha firmato un'ordinanza per la chiusura.

Vento killer a Napoli e criticità in Puglia

Mohamed Boulhaziz, operatore all'ippodromo di Agnano, è morto questa mattina mentre stava lavorando all'interno dell'ippodromo e intorno alle 6 e 50, a causa del maltempo e il forte vento un albero gli e' caduto in testa. Smottamenti e frane si segnalano in costiera amalfitana. In generale, in Campania, la Coldiretti lancia l'allarme per l'agricoltura: il vento e la pioggia hanno provocato gravi danni con campi allagati, serre divelte, terreni franati, frutteti abbattuti.

Anche la Puglia e' stata sferzata da trombe d'aria e nubifragi, con particolare intensità sulle province di Bari e Lecce, ma con violente raffiche di vento anche a Brindisi e Taranto. Però, gli alberi di pero sono in fiore a dicembre, e questo a causa del clima pazzo e di un 2019, spiega Coldiretti, che dal punto di vista climatologico ha fatto registrare temperature bollenti, superiori di 1,39 gradi la media stagionale, con il quarto autunno più caldo dal 1800.

Per la prossima settimana ci sarà un generale miglioramento grazie al progressivo rinforzo dell'alta pressione: dopo un inizio ancora in parte turbolento, a causa soprattutto dei forti venti e di residue piogge all'estremo Sud, si prospettano una Vigilia e una giornata di Natale all'insegna del tempo stabile e in gran parte soleggiato e con un clima sempre mite eccetto le ore notturne.