Il maltempo non dà tregua, è ancora allerta in Sardegna

·2 minuto per la lettura

AGI – Piogge battenti, nubifragi, forti raffiche di vento: l'Italia resta nella gabbia del maltempo. E mentre in Sardegna si contano ancora i danni – ieri un 81enne è morto dopo essere stato trascinato da un'onda di piena nelle campagne di Sant'Anna Arresi – nell'isola è allerta arancione.

Nessuna tregua – spiega il meteo.it - almeno fino a mercoledì con temporali al centro e al sud della Penisola: se da domani, queste le previsioni del sito, il tempo comincerà a migliorare in Piemonte, non lo farà al Sud, al Centro e su Lombardia ed Emilia Romagna; in queste zone sono attese precipitazioni via via più diffuse e anche sotto forma di nubifragio su Puglia, Molise, Abruzzo e Marche. 

Il minimo depressionario, posizionato sul Mediterraneo occidentale “continua a convogliare sull'Italia correnti meridionali umide e instabili. In tale contesto - spiega la Protezione civile - sono attese precipitazioni che dalle regioni meridionali peninsulari si estenderanno alle regioni del medio versante adriatico.

“Sulla base dei fenomeni previsti e in atto - si spiega in una nota - è stata valutata per la giornata di domani, allerta arancione su parte della Sardegna”. Inoltre, “è stata valutata allerta gialla in Campania, Basilicata, Molise, Marche, Abruzzo e su parte di Sicilia, Calabria, Puglia”. 

Intanto, un'altra giornata di pioggia ha ‘colpito' il Sud della Sardegna, già devastato dal nubifragio di ieri: uomini della protezione civile e vigili del fuoco sono stati impegnati nel ripristino delle strade chiuse a causa di allagamenti e smottamenti e per svuotare locali invasi dall'acqua.

Nel frattempo scuole chiuse a Cagliari, come disposto dal sindaco Paolo Truzzu per le verifiche di stabilità degli edifici. Sospese anche le attività didattiche dell'Università del capoluogo. Chiuse poi biblioteche, aule studio e attività connesse e rinviate le discussioni delle lauree. 

"Stiamo eseguendo i sopralluoghi per valutare i danni e stiamo preparando la delibera di proclamazione dello stato di calamità naturale”, ha scritto in mattinata il sindaco di Cagliari sul proprio profilo Facebook.

Intanto, sempre questa mattina, a causa del forte vento e del mare mosso, sono stati sospesi i collegamenti via mare tra Piombino e l'Isola d'Elba. Forte pioggia, infine, nel nord del Salento con allagamenti e problemi per il traffico veicolare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli