Il matrimonio uccide il sesso: tre coppie su 10 se lo dimentica dopo il “sì”

30 coppie di coniugi su 100 che dicono addio ad una regolare vita sessuale subito dopo essersi sposati (Getty)

Il matrimonio è la tomba del sesso. Una sorta di inspiegabile pace dei sensi per 30 coppie di coniugi su 100 che dicono addio ad una regolare vita sessuale subito dopo essersi sposati. Le stime sono quelle dell’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani.

“Abulia sessuale”

L’avvocato Gian Ettore Gassani, presidente dell’Ami, parla di “abulia sessuale” che si sta propagando come un virus all’interno delle famiglie italiane. E spesso e volentieri porta alla separazione. “L’intesa fisica agisce da collante tra due individui. Quando essa viene a mancare, non solo l’infedeltà diventa inevitabile, ma subentrano anche frustrazione, violenza e rancore”, spiega il presidente. Il giorno dopo il matrimonio marito e moglie si trasformano in fratello e sorella, o figlio e mamma, o padre e figlia: insomma passione addio.

L’eventuale umiliazione

Attenzione perché rifiutare la propria moglie o il proprio marito potrebbe rilevarsi un autogol in tribunale. Un “no” dopo l’altro porta direttamente alla separazione. “Il rifiuto sistematico ed ingiustificato può comportare non solo l’addebito della separazione, ma anche un risarcimento del danno, dato che può essere vissuto da chi lo subisce come un’umiliazione”, aggiunge Gassani. L’assenza prolungata di rapporti sessuali, anche se il matrimonio è stato consumato, potrebbe causare la dichiarazione di nullità del vincolo da parte della Sacra Rota.

La soluzione

I matrimoni bianchi sono ormai un’emergenza seria. Come correre ai ripari? “Purtroppo in Italia il sesso rappresenta ancora un tabù, qualcosa di sporco, un peccato. Il sessuologo dovrebbe essere un punto di riferimento per il nucleo familiare”, commenta il presidente dell’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani. Per sperare che il matrimonio non uccida il sesso, sarebbe bene parlarne di più: sia con il partner che sui banchi di scuola.

Leggi anche:

Cerca l’anima gemella e non la trova, condannata agenzia matrimoniale