8 / 10

Ngala, Nigeria

Toudjani Boulama, 18 anni, è stato curato per la ferita che ha ricevuto in faccia dopo essere stato colpito da un membro di Boko Haram in Camerun. Toudjani e altri 45.000 rifugiati vivono attualmente in un campo per sfollati interni a Ngala, nello stato del Borno, in Nigeria. (Credits – Sylvain Cherkaoui)

Il meglio e il peggio del 2017 in dieci foto

La collezione “Pictures of the Year” di Medici Senza Frontiere racconta un anno vissuto in condizioni e contesti estremi in tutto il mondo. Attraverso la lente dei fotoreporter e dei fotografi dello staff di MSF, l’organizzazione umanitaria ricorda e rende omaggio a coloro che hanno lottato, coloro che hanno perseverato e coloro che sono morti.

Dalla guerra ai conflitti civili, dalle malattie alle epidemie, ai disastri naturali, lo staff di MSF è stato in prima linea nel salvare vite umane nel 2017. I fotografi sono stati presenti a ogni passo per testimoniare le storie del passato anno, catturando il lavoro dei nostri team e la battaglia in corso per salvare quelli in pericolo nel nostro mondo. Ecco 10 foto che raccontano, nel bene e nel male, un anno vissuto vicino a chi più ne ha bisogno.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità