Il messaggio del Papa ai giovani attivisti per il clima

·2 minuto per la lettura

I giovani impegnati nella Youth4Climate, la conferenza in corso a Milano in vista della Cop26, hanno ricevuto questo mercoledì un messaggio speciale: "Vorrei ringraziarvi per i vostri sogni e i vostri bei progetti e per il fatto che vi preoccupiate tanto delle relazioni umane quanto della cura dell'ambiente", ha detto loro il Papa, che ha anche insistito sul fatto che i leader politici dovrebbero prendere decisioni "sagge, per promuovere una cultura di condivisione responsabile".

Nel giorno di apertura del summit nel capoluogo lombardo, anche la giovane attivista Greta Thunberg aveva puntato il dito contro i leader politici mondiali, per le loro promesse definite dei "bla bla bla", che durano da 30 anni senza portare a nulla di concreto.

Ancora una volta Papa Francesco ha evidenziato l'importanza di proteggere il pianeta. Non è la prima volta che affronta la questione. Lo ha fatto in diverse occasioni in passato. Ma il suo messaggio avrà un impatto sull'evento Youth4Climate, dal quale emergeranno le raccomandazioni per la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, in programma in Scozia a novembre. Ha ringraziato le giovani generazioni per il contributo alla lotta contro il cambiamento climatico e ha sottolineato il fatto che il loro contributo oggi aiuterà a plasmare il mondo del futuro.

Papa Francesco e gli attivisti per il clima di tutto il mondo condividono la stessa preoccupazione e cioè la necessità di fare qualcosa di concreto per l'ambiente. Nel 2015 Papa Francesco scrisse un'importante enciclica sulla cura dell'ambiente, appoggiando l'eliminazione graduale dei combustibili fossili, per fermare il riscaldamento globale. Quel documento ha avuto un impatto significativo sulla firma dell'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici nello stesso anno. Nel 2019 Papa Francesco incontrò Greta Thunberg, la ringraziò per essersi battuta per il clima, incoraggiandola a continuare la sua lotta. Papa Francesco ha in programma un viaggio in Scozia, dove a inizio di novembre si svolgerà la COP26, la conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli