Il Milan rafforza le iniziative per accessibilità e inclusione

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 set. (askanews) - Il Milan ha presentato i rinnovi delle partnership con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano Onlus, l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e l'Ente Nazionale Sordi. L'obiettivo del progetto 'Il Milan per tutti' è includere e aprire il club alle esigenze e alle aspettative di tutti i tifosi rossoneri, con iniziative concrete per i disabili a partire dall'esperienza allo stadio.

Per ciascuna partita in casa il Milan garantisce in media 250 ingressi gratuiti per tifosi con disabilità e i loro accompagnatori. Nell'ambito di 'San Siro per tutti', il Club ha creato un settore esclusivo posto a livello del campo, dedicato ai tifosi non vedenti e ipovedenti, grazie alla collaborazione con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano Onlus e all'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus. Un nuovo servizio che prevede la presenza di due speaker che raccontano ogni dettaglio di ciò che succede a San Siro durante la partita anche attraverso Radio Rossonera.

"I nostri tifosi sono al centro di tutto ciò che facciamo, senza distinzioni. Perché il Milan è di tutti", ha spiegato il Presidente AC Milan, Paolo Scaroni. "Siamo orgogliosi di firmare oggi questi due accordi, che testimoniano l'impegno del Club nelle politiche di inclusione. Rafforzeremo una best case che ci vede pionieri e che mettiamo a disposizione di tutto il sistema calcio italiano, in attesa che tutto il settore possa evolvere e fare un reale scatto in avanti in tema di inclusione sociale", ha chiosato Scaroni. L'impegno del Milan in progetti e iniziative di inclusione, rientra all'interno del più ampio Manifesto RespAct di AC Milan per equità sociale, uguaglianza e inclusività lanciato lo scorso anno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli