Il Milan riparte dalla "vecchia Inter": non solo Spalletti, il vero sogno è Icardi

Stefano Bertocchi

Un pezzo di vecchia Inter, formato da ​Mauro Icardi e Luciano Spalletti, sulla sponda rossonera del Naviglio. È questa la suggestione lanciata dall'edizione odierna del Corriere dello Sport che accosta il bomber argentino (ora in prestito al Paris Saint-Germain) e il tecnico di Certaldo al Milan  del futuro. 

Luciano Spalletti,Mauro Emanuel Icardi

Non è ancora sicuro che il club francese eserciti il riscatto da 70 milioni di euro, ma nel caso in cui Icardi dovesse essere poi dirottato su un’altra piazza della Serie A (sempre in corsa anche Juventus e Napoli), all’Inter spetterebbero 15 milioni supplementari. "E il Milan pensa a Icardi come leader vero, che faccia la differenza in campo ma anche fuori, riattivando la linfa vitale degli sponsor" scrive il CorSport.


Per la panchina le quotazioni di Ralf Rangnik vengono date da giorni in calo e all’orizzonte c’è anche Spalletti al quale si deve la miglior stagione assoluta (a livello di gol) di Icardi. La prima (2017-2018, 29 reti) del biennio del tecnico di Certaldo che poi, in quella seguente, fu al centro del dibattito che vide l'argentino perdere la fascia prima dell'esilio forzato al termine della stagione. 

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo del Milan e della Serie A!