Il Ministero ha bocciato i test salivari

·1 minuto per la lettura
Test salivare
Test salivare

I test antigenici salivari non saranno validi per il Green Pass. La decisione del Ministero della Salute. Via libera solo per lo screening nelle scuole e negli ospedali.

Covid, i test antigenici salivari non sono validi per il Green pass: la decisione del Ministero

I test rapidi salivarinon sono al momento raccomandati” come alternativa ai tamponi oro-nasofaringei perché “non raggiungono i livelli minimi accettabili di sensibilità e specificità“. Non sarà, quindi, possibile ottenere il Green pass con i tamponi antigenici salivari, come era stato chiesto dalla Lega. La bocciatura arriva direttamente dal Ministero della SAlute, che con una circolare firmata da Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione, ha bocciato questi test come strumento ustile per la disagnosi dell’infezione. I test antigenici salivarisono al momento esclusi dall’elenco comune europeo dei test antigenici rapidi validi per ottenere la Certificazione verde Covid-19” si legge nel documento.

Covid, i test antigenici salivari non sono validi per il Green pass: test salivari molecolari

Il discorso per i test salivari molecolari è diverso. La circolare spiega che possono essere utilizzati “nell’ambito di attività di screening per i bambini nel Piano di monitoraggio della circolazione di Sars-CoV-2 in ambito scolastico“, per lo screening dei contatti “in bambini anche se la scuola non fa parte del Piano di moniotraggio“, in “operatori sanitari e socio-sanitari nel contesto degli screening programmati in ambito lavorativo” o “in individui fragili con scarsa capacità di collaborazione“, come gli anziani delle Rsa, i disabili e le persone con disturbi dello spettro autistico.

Covid, i test antigenici salivari non sono validi per il Green pass: monitoraggio in ambito scolastico

Nella circolare, con riferimento al monitoraggio in ambito scolastico, Rezza ha ribadito che “il test molecolare su campione respiratorio nasofaringeo e orofaringeo resta, tuttora, il ‘gold standard’ internazionale per la diagnosi di Covid-19 in termini di sensibilità e specificità“. Bocciati, dunque, i test salivari per quanto riguarda l’utilizzo per richiedere il Green pass.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli