Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha inviato l'emendamento al Decreto Aiuti che le norma

Il Mef propone la rinuncia al gettito sulle multe ai No Vax
Il Mef propone la rinuncia al gettito sulle multe ai No Vax

Lo Stato rinuncia a far cassa e sancisce il primo passo della “pace sociale” con quai cittadini che avevano rifiutato la misura sanitaria principale per arginare la pandemia da Covid: il Mef chiede che vengano sospese le multe ai non vaccinati. I media spiegano che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha inviato l’emendamento al Decreto Aiuti che le norma.

Mef, sospese le multe ai non vaccinati

Da questo punto di vista il “pressing” sul Parlamento, che ha i numeri politici per recepirlo, è a doppia azione e potrebbe presto intersecarsi con un altro legiferato, quello del neo ministro della Salute Orazio Schillaci che in agenda avrebbe proprio il reset delle multe ai No Vax. Di fatto l’esecutivo rinuncia all’incasso di un milione e 800 mila euro per le sanzioni comminate e dal primo novembre il ministro della Salute potrebbe asseverare quel “reset”.

Fino al 30 giugno 2023 niente da esigere

Il dato è che il Ministero dell’Economia e delle Finanze, terminata la sua istruttoria, ha “inviato al Dipartimento per i rapporti con il parlamento una proposta emendativa ai fini della presentazione al disegno di legge di conversione del decreto-legge aiuti ter in esame alla Camera”. La proposta sospende fino al 30 giugno 2023 le attività e i procedimenti di “irrogazione della sanzione nei casi di inadempimento dell’obbligo vaccinale Covid-19”.