Il Ministero ha risposto ai sindaci Milano e Napoli sul lockdown

·2 minuto per la lettura
Ministero lockdown Milano e Napoli
Ministero lockdown Milano e Napoli

“Il lockdown a Milano e a Napoli è un’idea un’idea di Ricciardi o del ministero?”. Questa la richiesta che Beppe Sala, il sindaco di Milano e De Magistris, sindaco di Napoli, hanno inviato al ministro Roberto Speranza. Nella lettera che i due primi cittadini hanno inviato a Speranza chiedono chiarimenti in merito al lockdown necessario menzionato da Ricciardi.

Ministero risponde su lockdown Milano e Napoli

Il sindaco Sala racconta in un video pubblicato sui social: “Stamattina ci siamo sentiti con il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, perché ieri il consulente del ministero della Salute, il professor Ricciardi, ha evocato un lockdown a Napoli e Milano. Abbiamo scritto al ministro per chiedergli se quella è un’opinione del suo consulente o è un’opinione del ministero e, nel caso fosse un’opinione del ministero, se è basata su dati e informazioni che il ministero ha e noi non abbiamo”.

Lockdown per Milano e Napoli: la risposta del ministero

Il ministero della Salute ha risposto alla lettera ricevuta dai sindaci di Milano e di Napoli: “Possiamo produrre un focus sulle due città“. Lettera che specifica: “L’Istituto Superiore di Sanità e attraverso esso la cabina di regia, sono in grado di predisporre un focus specifico sulle città di Milano e Napoli che sarà messo a disposizione delle regioni e dei comuni interessati”. Il focus è la risposta data Sala e a De Magistris dal ministero della Salute. “La situazione epidemiologica nel Paese è peggiorata nelle ultime 4 settimane. Il sistema di monitoraggio a cui partecipano formalmente Istituto Superiore di Sanita, Ministero della Salute e rappresentanti della conferenza delle regioni segnala una tendenza netta che richiede la massima attenzione di ogni livello istituzionale. Tutti i dati elaborati vengono trasmessi puntualmente alle regioni e sono articolati su base regionale e provinciale. L’Istituto Superiore di Sanità e attraverso esso la sopra menzionata cabina di regia, sono in grado di predisporre un focus specifico sulle città di Milano e Napoli che sarà messo a disposizione delle regioni e dei comuni interessati”.