Il ministro della Difesa torna sulla vicenda che forse oggi troverà una soluzione comune europea

Il ministro Guido Crosetto
Il ministro Guido Crosetto

Nelle ore che precedono il conclave Ue sul tema arriva l’affondo di Guido Crosetto alla Francia: “Facile fare gli accoglienti con i port degli altri”. Il ministro della Difesa torna sulla vicenda che forse oggi troverà una soluzione comune europea ma al tempo stesso “sgancia” una bomba che quel summit potrebbe vanificarlo.

“Facile fare gli accoglienti con i porti degli altri”

Il dato è che il ministro della Difesa ha voluto dire la sua dopo che il presidente francese Emmanuel Macron aveva minacciato di non rispettare i patti sui ricollocamenti dei migranti. Il motivo? Sulla delicata questione dello stop del governo Meloni agli sbarchi incontrollati Crosetto ha replicato: “Il tema è complesso e complessivo non può essere affrontato da una nazione. Deve essere affrontato in termini definitivi dall’Europa: infatti la posizione francese in qualche modo è rimasta isolata”.

“Avere una regola per tutta l’Europa”

Il ministro lo ha detto in collegamento con Le Parole su Rai3, spiegando ironico che  “fare l’accogliente con i porti dell’altro è troppo facile“. E in chiosa: “Avere una regola, invece, che riguardi tutta l’Europa, qualunque porto europeo e dia a ogni Stato, anche quello più avanti come il nostro, che è il primo che viene incrociato da queste persone in difficoltà, una regola che pero’ valga e renda solidale tutta l’Europa mi sembra un percorso da fare”.