Il ministro della Salute: "Riscontrata nel 10-15% dei campioni".

·1 minuto per la lettura
Covid nuova variante India 
Covid nuova variante India

Il mondo intero deve combattere contro il coronavirus e lo fa cercando di provare a proteggere quante più persone possibile con i vaccini, ma continui ritardi giocano senza dubbio a favore del virus. L’allerta è in particolar modo alle varianti che l’infezione genera naturalmente e che potrebbero arrivare a sfuggire ai sieri già in circolazione e dunque rendere inutile il lavoro fin qui fatto. In tal senso c’è grande apprensione per quanto sta avvenendo in India dove il ministro della Salute locale ha annunciato la scoperta di una nuova variante covid nel Paese che sarebbe già ampiamente diffusa e che godrebbe di una elevata contagiosità.

Covid, una nuova variante in India

Stando a quanto rivelato dal Guardian, si tratterebbe di una doppia mutazione, molto diversa rispetto a quella scoperta in Inghilterra o in SudAfrica e che sulla carta potrebbe godere una maggiore contagiosità. Al momento sembra infatti difficile intuire se l’aumento dei casi di coronavirus in India sia dovuto alla diffusione di questa variante.

Stando a quanto riferito dal ministro della Salute indiano, la variante indiana si sarebbe concentrata soprattutto nello stato di Maharashtra, dove si trova la capitale commerciale di Mumbai. Nello specifico la mutazione del virus sarebbe stato riscontrata nel 10-15% dei campioni. Sarà ora necessario eseguire ulteriori test e studiare a fondo la mutazione del virus per identificarne le pericolosità. Fondamentale sarà in tal senso il tracciamento e l’isolamento dei soggetti risultati positivi alla mutazione per evitare che questa inizi a circolare con forza.