Il Ministro della Salute Roberto Speranza sul Green Pass

·2 minuto per la lettura
Speranza obbligo Green Pass
Speranza obbligo Green Pass

L’estensione dell’impiego dell’obbligo di utilizzo del Green Pass potrebbe diventare a breve unna realtà. A renderlo noto è il Ministro della Salute Roberto Speranza che – riporta Fanpage.it – nel corso della festa dell’Unità che si è tenuta a Bologna e organizzata dal Partito Democratico, ha fatto il punto della situazione sulle prossime azioni che verranno perseguite dal Governo in ottica di estensione dell’impiego del Green Pass. Proprio su questo punto, Speranza ha dichiarato: “Il governo ha una linea molto chiara e netta”.

Speranza obbligo Green Pass, Speranza: “Andremo avanti con l’estensione”

Il Ministro Speranza ha annunciato inoltre che sarà volontà del Governo proseguire “con l’estensione del Green Pass: se sarà necessario valuteremo l’ipotesi di un rafforzamento ulteriore dell’obbligo”. Ha quindi aggiunto “La nostra linea è chiara e si baserà sull’evidenza scientifica. Per quanto ci riguarda, non ci sono compromessi al ribasso di natura politica”.

Speranza obbligo Green Pass, confermata la somministrazione della terza dose

Altro punto sul quale il Ministro della Salute ha dedicato ampio spazio, durante il suo intervento alla festa dell’Unità, è stata la somministrazione della terza dose di vaccino che sarà inoculata a persone fragili quali trapiantati e pazienti oncologici. “Pubblicheremo la circolare con le specifiche delle persone con fragilità immunitaria da cui partiremo con la somministrazione della terza dose. Stiamo parlando dei pazienti oncologici, dei trapiantati. Immagino si possa partire già nell’ultima decade di settembre”.

Speranza obbligo Green Pass, “Non è detto che la terza dose sia necessaria per tutta la popolazione

Non ultimo Speranza ha precisato che non è ancora sicuro che la terza dose debba essere somministrata a tutta la popolazione: “La certezza adesso c’è su queste categorie, poi si scenderà ancora sul piano anagrafico. Dopodiché ci confronteremo e vedremo se l’evidenza scientifica renderà indispensabile una terza dose anche per gli altri. Io penso che sia probabile, ma non abbiamo certezze assolute, le verificheremo”.

Nel frattempo rimane da definire l’obbligo vaccinale destinato a quanti lavorano nel settore pubblico: “C’è un’ipotesi ormai matura che riguarda il lavoro pubblico, ma io credo che si decida meglio se si decide con le forze sociali, quindi proseguiremo su questo percorso, consapevoli che il vaccino è la chiave per aprire una nuova stagione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli