Il Ministro Di Maio sul Green Pass: "L'unica soluzione che abbiamo"

·1 minuto per la lettura
Di Maio Green Pass
Di Maio Green Pass

Il Green Pass è l’unica soluzione che al momento abbiamo a disposizione. Lo ha affermato il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio che, intervenuto in qualità di ospite al noto programma di Rai 1 “Oggi è un altro giorno”, ha fatto un bilancio di cosa potrebbe succedere se non si raggiunge un quota vaccinale sufficiente. “Non stiamo giocando con il green pass”, ha tagliato corto il Ministro pentastellato.

Di Maio Green Pass, “Non stiamo giocando”

Il capo della Farnesina, ha proseguito facendo il punto della situazione su ciò che sta succedendo in altri Paesi dal punto di vista dei contagi: “Lo dico da ministro degli Esteri, ci sono altri paesi che avendo un basso livello vaccinale stanno dichiarando il coprifuoco, un lockdown leggero, quindi o noi abbiamo il green pass e facciamo la vaccinazione o torniamo al coprifuoco”.

Secondo Luigi Di Maio, in definitiva, non vaccinarsi significa rischiare di dover richiudere tutto quanto ancora una volta. “Rischiamo di richiudere tutto e tornare alla crescita zero, noi abbiamo già perso un milione di posti di lavoro”.

Di Maio Green Pass, “Tono dispregiativo quando insinuavano che ero omosessuale”

Da parte del MInistro degli Esteri non poteva non mancare una riflessione sul Ddl Zan che qualche giorno fa è stato affossato in Senato: “Non ritengo una offesa quando insinuavano che ero omosessuale, ma c’era un tono dispregiativo, se uso quel termine per attaccare un’altra persona lo usano in modo dispregiativo, e questo non è accettabile […] Quel termine così usato rappresentò il metro di giudizio di una certa politica, di chi utilizza quella parola in modo dispregiativo, di quel sistema che han ammazzato il ddl Zan in Parlamento”.

Di Maio Green Pass, “La collaborazione tra Stati dovrà andare avanti”

In un precedente post pubblicato su Facebook, il Ministro del Movimento 5 Stelle ha infine parlato un’ultma volta dei risultati raggiunti nei due giorni di lavoro al G20. Ha messo in evidenza come la collaborazione tra i grandi del pianeta dovrà andare avanti: “È chiaro a tutti che la collaborazione tra Stati mostrata qui al G20 dovrà andare avanti, con la massima lealtà e trasparenza. Oggi abbiamo posto le basi per farlo e non era scontato. È stato sancito anche l’impegno del G20 a valorizzare il ruolo delle donne in ogni processo decisionale, altro tassello fondamentale per essere protagonisti, senza discriminazioni, delle sfide globali”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli