Il ministro turco degli Esteri parla a Amburgo e attacca la Germania

Parlando dal balcone del consolato di Amburgo, in Germania, il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, è intervenuto a favore del referendum presidenziale.

L’incontro, inizialmente previsto altrove, era stato sospeso per la mancanza di agibilità dei locali prescelti.

Nel pieno di polemiche tra Berlino ed Ankara, Cavusoglu ha attaccato la Germania.

“Ci impedite di incontrare i nostri concittadini. È questa umanità? No. E’ democrazia? No. Sono diritti umani? No. È il rispetto del diritto delle persone di incontrarsi? No. Per favore, non provate nemmeno a darci lezioni di democrazia e diritti umani, prima guardate a voi stessi”.

Ai margini della piazza centinaia di persone hanno contestato la visita, chiedendo la liberazione di Deniz Yucel, giornalista tedesco arrestato in Turchia con l’accusa di spionaggio.

La folla ha anche scandito slogan contro il presidente Erdogan, definito “un dittatore”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità