Il ministro uscente della Salute invita i suoi successori ad un atteggiamento di grande attenzione

Roberto Speranza
Roberto Speranza

I dati sull’andamento del coronavirus in Italia dicono che i contagi sono in risalita e sul tema arriva monito di Roberto Speranza: “Il Covid non è vinto”. Per questo motivo e con forza il ministro uscente della Salute invita i suoi successori ad un atteggiamento di “grande attenzione”. Ha detto Speranza in una intervista rilasciata al Corriere della Sera: “Sul Covid la sfida non è vinta”.

Roberto Speranza: “Il Covid non è vinto”

“C’è bisogno ancora di un atteggiamento di grande attenzione e va dato vigore alla nuova fase della campagna vaccinale”. E ancora, da un punto di vista delle scelte operative e concrete: “La raccomandazione a tutti gli over 60 è di prenotare subito la dose di richiamo con i nuovi vaccini aggiornati”. Poi il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato cosa fare.

“Il nuovo governo spinga sulla quarta dose”

Lo ha fatto tirando le somme in un certo senso del bilancio ed invitando il prossimo esecutivo a non fare scialo dei risultati dello stesso: “Nel passaggio di consegne al nuovo governo lasciamo un campagna di vaccinazione che ci vede tra i primi Paesi nel mondo”. Ed ha precisato: “Sia per il ciclo primario sia per la terza dose”. La chiosa di Speranza è stata collaborativa e di stimolo: “Ora bisogna dare forte impulso alla quarta e su questo credo dovrà impegnarsi il nuovo governo“.