Il Mirror cita una fonte dell’intelligence russa che allude alla cecità progressiva dello zar

Putin non avrebbe più di 3 anni di vita
Putin non avrebbe più di 3 anni di vita

Vladimir Putin ha il cancro e secondo i medici gli resterebbe da vivere decisamente poco, nel dare questa indiscrezione che segue un “loop” ormai consolidato soprattutto in Regno Unito il Mirror che cita una fonte dell’intelligence russa. Un ufficiale del Fsb allude anche alla cecità progressiva dello zar come evoluzione di quella neoplasia. E in buona sostanza i medici avrebbero informato Vladimir Putin che gli sarebbero rimasti un massimo di tre anni di vita dai medici.

Putin ha il cancro, quanto gli resterebbe da vivere

A rivelarlo è il britannico Mirror che cita una fonte dell’intelligence russa. La fonte dei servizi ha spiegato che il 69enne Putin “ha una forma grave di tumore in rapida progressione”. E ancora: “Non ha più di due o tre anni per sopravvivere”. La spia ha anche precisato che la malattia gli sta provocando la perdita della vista. Ma come è arrivato il Mirror a mettere le mani sulla rivelazione in ordine alla malattia di Putin?

La soffiata all’ex agente Fsb oggi latitante

La notizia della malattia terminale del leader russo è emersa come parte di un messaggio segreto dell’agente russo al latitante ed ex agente dell’FSB Boris Karpichkov che ovviamente ha poi soffiato la notizia ai suoi agganci nel MI6 britannico. La nota riservata spiega anche che Putin si rifiuta di indossare gli occhiali per paura di ammettere una forma di debolezza, al limite userebbe dei sosia e ora si sta scagliando contro i suoi subordinati con “furia incontrollata”. Secondo quanto riferito, Putin ha subito un intervento chirurgico per il cancro “con successo” questo mese e si sta riprendendo seguendo il consiglio dei medici che il trattamento era “essenziale”, secondo il canale Telegram General SVR.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli